sabato 18 gennaio 2014

Filosofia Aziendale - 1 Produttività - La cultura del Cambiamento

Filosofia Aziendale, Produttività, 



La cultura del cambiamento



Siamo in una fase di transizione che è caratterizzata da un 
Cambiamento velocissimo e discontinuo.

- Anche se il Cambiamento è velocissimo e discontinuo, reca in sé delle positività da sfruttare.

- Cavalcare il Cambiamento discontinuo significa essere sempre disposti a mettere in discussione le cose imparate, i metodi, le procedure in uso e ad Agire con comportamenti diversi.

- I modelli di Pianificazione Aziendale debbono consentire una flessibilità tale da vederci costretti a creare un futuro pressoché quotidianamente.
- Il Passato Aziendale non deve mai essere un fattore di condizionamento, neanche quando si tratta di un “passato glorioso”.
- La Mentalità Aziendale deve affrancarsi dalle abitudini al punto tale da bandire frasi del tipo “abbiamo sempre fatto così”.


Innovazione Tecnologica

Nella prossima decade si prevede che il tasso di innovazione sarà 10 volte superiore agli anni 80/90. 
Una volta si aveva una innovazione significativa ogni 25 anni, oggi ogni 2 ore.

L’approccio globale si può suddividere in tre argomenti: 

- Produttività
- Risorse Umane (Link)
- Qualità (Link)


1) Produttività

a) Produzione Flessibile 
Mix ottimale tra costi indotti dalla quantità e costi indotti dalla varietà dei lotti e dei prodotti. 
Le caratteristiche della fabbrica flessibile sono:
- Lotti piccoli
- Organizzazione del flusso di produzione per prodotto e non per centro di lavorazione
- Programmazione della produzione locale
- Durata del ciclo produttivo breve
- Tempi di riconversione brevi
- Maggior produttività

b) Competizione
Basata sul tempo (time based competition), cioè varietà di prodotto a basso costo e velocità nel tempo di risposta, quindi Flessibilità e Velocità:
- Considerare il consumo di tempo come essenziale parametro strategico e manageriale.
- Creare e utilizzare la capacità di risposta per stabilire un rapporto di dipendenza tra i Clienti e l’Azienda.
- Concentrarsi sui Clienti più remunerativi, Legge di Pareto il 20% dei Clienti portano l'80% del fatturato.
- Innovare, migliorare l’assortimento, differenziarsi rispetto alla concorrenza.
- Favorire la crescita dell’Azienda più rapidamente della concorrenza.
- Favorire la crescita di gruppi di lavoro, per sollecitare, realizzare nuove idee con la max velocità.
- Favorire la conoscenza dei Clienti a tutti all’interno dell’Azienda.
- Favorire la creatività da parte di tutti.
- Porre la massima attenzione alle Risorse Umane dell’Azienda.
- Ascoltare, ascoltare, dai Clienti ai collaboratori a tutti i livelli.
- Concentrazione, trarre il massimo vantaggio possibile dai punti di forza e concentrarsi su poche priorità (core business)(regola 80/20)
- Flessibilità, le persone devono avere una mentalità elastica ed essere in grado di lavorare con diverse modalità, assicurando intelligenti sinergie.

c) Sistema
Per la distribuzione del valore (value delivery system), cioè organizzare il lavoro e governare le attività, sviluppare il prodotto, consegnare al Cliente, per avere in cambio un valore (soldi):
- La redditività di un’Azienda è il diretto risultato dell’efficienza con cui il sistema è strutturato e gestito. Maggior efficienza e capacità di risposta.
- Il vantaggio competitivo dipende più dalla qualità dei sistemi che non dalle tecnologie o dai prodotti stessi.
- La qualità del sistema è determinata in gran parte dal tempo che intercorre all’interno delle varie fasi tra una fase e l’altra.
- Il vantaggio competitivo deriva dalle varie attività singolarmente prese che un’Azienda svolge nella progettazione, sviluppo, fabbricazione, installazione e assistenza.
- Il vantaggio competitivo è legato al Sistema Informatico adottato, alla sua funzionalità, al livello di fiducia che che le Persone percepiscono e che deve essere dato da una corretta informazione e Formazione.

Angelo331 3895772
angelovirago@gmail.co
m